E-Business Integration

L’adozione dell’e-business

Dalla rielaborazione dei dati raccolti dall’Eurostat si evince che:

  • La percentuale di imprese UE che hanno un sito web (75%) è destinato a crescere.
  • Il divario tra piccole e grandi imprese è ancora più grande per coloro che utilizzano applicazioni ICT più avanzate rispetto per chi ha solo un sito web.

La percentuale di imprese con un sito web variava dal 73% per le piccole imprese e 94% per le grandi imprese, ma dal 30% al 80%, rispettivamente, per coloro che utilizzano la pianificazione delle risorse aziendali (ERP).

  • Sempre più aziende utilizzano per la gestione dei clienti il relationship management (CRM) per scopi operativi (31%) sia per l’analisi delle informazioni sui clienti per scopi di marketing (21%).
  • La percentuale delle imprese dell’UE che utilizzano applicazioni software ERP è aumentato di 15 punti percentuali rispetto al 2010.

 

Accesso ad Internet

L’accesso a Internet ha raggiunto il livello di saturazione, mentre l’uso di siti web è ancora in crescita.

L’accesso a internet è la pietra angolare per l’e-business per le sue capacità illimitate, per il collegamento di persone e le imprese di tutto il mondo. La percentuale delle imprese dell’UE che utilizzato i computer e aveva accesso a internet sembra aver raggiunto il livello di saturazione. Nel 2015, il 97% delle imprese ha avuto accesso a Internet. La quota di imprese che hanno avuto accesso a internet era simile nella maggior parte dei paesi. In 20 dei 28 paesi dell’Unione Europea, il 97% o più delle imprese hanno riferito di avere la connessione internet. Per quanto riguarda il personale impiegato nelle imprese con 10 o più dipendenti, il 55% usa dei computer, ed il 49% dei computer utilizzati ha accesso a Internet. Rispetto al 2010, quest’ultima categoria è aumentato di circa6 punti percentuali.

Le imprese considerano importante essere visibili su Internet di conseguenza, i siti web delle imprese offrono sempre diverse funzionalità, come ad esempio l’ordinazione online, cataloghi di prodotti e informazioni, tracciamento degli ordini, la personalizzazione dei prodotti, i collegamenti ai social media, ecc È importante sottolineare che l’uso di un sito comporta un ruolo più attivo che avere una connessione internet. Circa il 75% delle imprese ha segnalato di avere un sito web, si osserva un aumento rispetto al 2010 di 8 punti percentuali.

L’adozione delle TIC può essere rappresentata da una curva a forma di S di adopters cumulati, cioè rappresenta i tassi di adozione cumulativi (percentuali di imprese) che progrediscono lentamente in un primo momento, quindi hanno un’accelerazione e, infine, rallentano e si stabilizzano quando si avvicinano al punto di saturazione.

La figura a forma di S è utilizzata a scopo illustrativo e si riferisce ad un corso teorico di evoluzione. Nel modello dell’adozione teorica che è rappresentata dalla curva a forma di S, la dimensione temporale non è inclusa, indicando che i rispettivi paesi possono progredire a velocità diverse.

e-business integration

Come mostrato in figura, i tassi cumulativi di imprese che hanno un sito subiscono un periodo di rapida accelerazione, decelerazione e poi infine saturandosi. In alcuni paesi si arriva anche a più del 90%. Più specificamente, la figura mostra che anche se quasi tutti i paesi sembrano essere in fase progressione di avere un sito web, i tassi di adozione cumulativi crescono ad un ritmo più lento mentre si avvicinano un punto di saturazione teorica.

 

La pianificazione delle risorse aziendali (ERP)

Più di una azienda su tre utilizza software aziendali di pianificazione delle risorse.

L’integrazione di e-business interno delle imprese si riferisce alla condivisione delle informazioni elettronicamente e automaticamente tra le diverse funzioni aziendali all’interno di un’azienda, al contrario di un’integrazione esterna, in cui sono coinvolti altri partner commerciali. L’integrazione interna semplifica potenzialmente e aumenta l’efficienza di un’impresa.

L’integrazione è implementata in varie forme:

  • Collegamento di dati tra diverse applicazioni software, utilizzando un database comune. L’uso di una singola applicazione software modulare di pianificazione delle risorse aziendali (ERP), è un’alternativa comunemente usata.
  • Uso di applicazioni software ERP, hanno lo scopo di facilitare il flusso di informazioni e la capacità di integrare le informazioni di gestione interna ed esterna tra diverse funzioni di un’impresa. Una caratteristica degli ERP è che essa è stata divisa in ‘moduli’ che in genere integrano i processi rilevanti per la pianificazione, acquisti, marketing, vendite, relazioni con i clienti, finanza e risorse umane.

La percentuale delle imprese europee che hanno utilizzato applicazioni software ERP ha raggiunto il 36% nel 2015, che è un aumento di 15 punti percentuali rispetto al 2010. Nonostante il notevole incremento nell’adozione di applicazioni ERP, ci si può aspettare ulteriori progressi, in particolare tra le piccole imprese (+30%).

In tutti i paesi, le imprese segnalano aumenti nell’uso di ERP. Tuttavia, ci possono essere differenze nella comprensione di ERP come il ‘sistema di informazione a livello di gestione d’impresa, a causa di varie implementazioni specifiche per paese e personalizzazione dei pacchetti ERP. Nel 2015, è stato chiesto di riferire in merito l’utilizzo di un software in grado di condivisione delle informazioni tra le diverse aree funzionali (ad esempio contabilità, progettazione, produzione, marketing).

Rispetto al 2010, le imprese di tutti i settori hanno riportato un notevole aumento nell’uso di ERP. I maggiori incrementi sono stati trovati nel settore dell’informazione e della comunicazione (+ 20 punti percentuali) e nei settori energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (+19 punti percentuali), seguito da vicino da imprese del settore delle attività professionali, scientifiche e tecniche (+18 punti percentuali).

 

Supply Chain Management (SCM)

La condivisione delle informazioni nella gestione della supply chain dipende fortemente dal settore economico.

Supply Chain Management (SCM) comprende tutte le attività relative allo scambio di informazioni tra un’impresa ed i suoi fornitori e clienti. Queste informazioni possono riguardare, ad esempio, i livelli di inventario, piani di produzione, domanda e offerta, le previsioni o il progresso delle consegne.

Di conseguenza, l’uso di applicazioni software SCM mira a coordinare efficacemente la disponibilità di consegna dei prodotti al consumatore finale, nella giusta quantità, al momento giusto, nelle mani giuste al costo ottimale.

SCM coinvolge attivamente tutte le risorse e le funzioni aziendali interessate come la pianificazione, la previsione, l’acquisto, l’assemblaggio del prodotto, logistica, vendite e servizio clienti.

A seconda del settore servito, SCM ed i software ERP possono sovrapporsi in una certa misura. Tuttavia, il primo tende a concentrarsi sui flussi informativi e materiali finanziari lungo l’intera catena del valore dei fornitori, produttori, fornitori di servizi, distributori e clienti.

La misura in cui le informazioni SCM sono condivisa varia tra i settori economici. Circa il 26% delle imprese della distribuzione commerciale, è il risultato più alto tra le imprese in tutti i settori economici, condivide informazioni SCM con i loro fornitori o clienti, mentre il 10% o meno lo hanno fatto nel settore delle costruzioni e nell’immobiliare.

Nel complesso, in confronto con il 2010, la percentuale di imprese UE che ha condiviso le informazioni SCM elettronicamente con i loro fornitori o clienti, è rimasta quasi allo stesso livello. A livello di settore tuttavia, i decrementi più elevati sono stati registrati per le imprese per la costruzione, l’informazione e la comunicazione.

Customer relationship management (CRM)

Quasi uno su tre aziende utilizza il customer relationship management (CRM).

Le imprese ottimizzano i loro sforzi di marketing e indirizzano i propri clienti per massimizzare il potenziale di business. Per questo specifico scopo, usano applicazioni software per la gestione delle informazioni sui loro clienti.

Si ritiene che l’adozione di CRM migliori le prestazioni del marketing e delle vendite, migliorando il servizio clienti e le relazioni. I miglioramenti sono, per esempio, di fornire meccanismi di facile utilizzo per la ricezione di reclami, individuando i potenziali problemi prima che si verifichino, in generale, facilitando la comunicazione con il cliente e anticipando le preferenze dei clienti. Queste tecnologie consentono miglioramenti portando alla soddisfazione del cliente a lungo termine e sono in grado di garantire una maggiore fidelizzazione dei clienti stessi, diminuendo i costi di marketing e aumentando le vendite. Circa il 31% delle imprese dell’Unione europea utilizza software CRM per acquisire, archiviare e rendere disponibili le informazioni sui clienti dell’impresa di altre funzioni aziendali.

Inoltre, un’applicazione software CRM può essere utilizzato per analizzare le informazioni sui clienti per identificare i modelli di preferenze dei clienti e dei comportamenti (CRM analitico). Questa informazione sono utilizzate essenzialmente per scopi di marketing, come promozioni che sono efficaci nel creare interesse in un prodotto o per ottimizzare la penetrazione nel mercato attraverso l’utilizzo di canali di distribuzione alternativi.

Nel 2015, circa il 21% delle imprese dell’UE utilizzano il CRM per tali sofisticate analisi. Nel complesso, i livelli di adozione di CRM analitico sono molto più bassi di quelli di CRM operativo, fatta eccezione per le imprese nel settore della ricettività.

Rispetto al 2010, l’uso di CRM è aumentato per entrambi i tipi di CRM indipendentemente dalle dimensioni dell’impresa. Nel complesso, per molti paesi, ulteriori progressi possono ancora essere previsti per quanto riguarda l’adozione sia di CRM operativo che analitico in considerazione dei potenziali benefici che le pratiche di customer centric di marketing possono portare alle imprese. In particolare, è prevista l’integrazione del CRM con i social media per incrementano l’utilizzo di applicazioni di CRM.

 

Contatti:

Francesco Draghetti: 3771184776

Studio: 0861 710983

Mail: info@serice.it

Lascia un commento