10.000 € per la digitalizzazione

Le esigenze dei clienti si presentano sempre più variegate e differenti, essi necessitano di maggiori informazioni per prendere una decisione e le possono ottenere da diverse fonti, prime tra tutte i siti di prenotazioni online. Un albergo quindi deve operare sempre maggiori investimenti per riuscire ad ottenere un vantaggio e differenziarsi dalla concorrenza.

La digitalizzazione e l’automazione dei processi diventano sempre più fondamentali per essere competitivi rispetto alla concorrenza e, al contempo, alleggeriscono il lavoro amministrativo delle strutture che li usano.

Il decreto interministeriale del 23 settembre 2014 mira a incentivare le PMI a digitalizzarsi fornendo un voucher utilizzabile per il pagamento delle spese sostenute in tale ambito; ad esempio possono essere utilizzati per acquistare un channel manager, implementare un gestionale o pagarci annunci e pay per click sui differenti siti.

Il voucher per la digitalizzazione, emesso per un importo massimo di 10.000 euro, è utilizzabile successivamente al rilascio per coprire fino al 50% delle spese ammissibili sostenute per l’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico

Per tale fine il decreto prevede che il voucher sia utilizzato per l’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali.

 

Il decreto prevede come spese ammissibili:

  • il miglioramento dell’efficienza aziendale
  • la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro,
  • lo sviluppo di soluzioni di e-commerce
  • la connettività a banda larga e ultralarga;
  • il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare, attraverso l’acquisto e l’attivazione di decoder e parabole, nelle aree dove le condizioni geomorfologiche non consentano l’accesso a soluzioni adeguate attraverso le reti terrestri o laddove gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente sostenibili economicamente o non realizzabili;

 

Alcune soluzioni che rientrano nei punti sopra elencati possono essere:

  • acquisto di hardware e software che serviranno per installare software gestionale, o implementarne uno già esistente con applicazioni mirate su aspetti specifici della gestione, quali, ad esempio il controllo sull’occupazione della struttura e le spese legate alla formazione del personale sull’uso del nuovo software.
  • acquisto di un servizio di channel manager per automatizzare le operazioni legate ai differenti canali di prenotazione on line, ad esempio il sito internet dell’albergo, o servizi internet forniti da terzi quali booking, trivago, expedia, eccetera.
  • Pagamento di operazioni pay per click e posizionamento di annunci sui siti di prenotazione e di ricerca.
  • implementazione della gestione di transazioni on-line o di sistemi di sicurezza per la connessione ad Internet per ricevere pagamenti online dalle prenotazioni.
  • Incrementare la banda disponibile per la connessione permettendo così l’integrazione di un sistema in rete per la gestione della struttura cosicché la reception non risulti necessariamente lo snodo centrale di tutte le operazioni.
  • la creazione o il miglioramento del sito internet della struttura alberghiera con il possibile inserimento di chat automatiche che forniscano informazioni su sconti, prenotazioni, tempi e modi di arrivo, informazioni sulla località ed eventi.
  • creazione o acquisto di app per la gestione del bar, del ristorante, delle prenotazioni, delle richieste dei clienti con la possibilità di dialogare direttamente con il personale addetto, gestendo ordinazioni in camera, lavanderia, o applicazioni web che permettano la stessa operatività senza l’obbligo, per il cliente, di scaricare app dedicate sul proprio smartphone.
  • connessione satellitare qualora non fosse possibile utilizzare la banda larga o ultralarga per motivazione geografiche per permettere anche agli alberghi in posizioni con una minore ricezione di segnale di avere una connessione ad Internet veloce e efficacie per la gestione di applicativi cloud, reti interne e fornire ai clienti un servizio di navigazione internet veloce.
  • consulenza web marketing, per capire come orientare al mercato i servizi che la struttura offre presentandoli al meglio e come comporre un sito internet che si presenti di forte impatto per chi lo visita.
  • acquisto o creazione di programmi su misura per l’automazione di processi come la ricezione di prenotazioni, la gestione dei check in e dei check out, la possibilità di ottenere un controllo sulla frequenza di determinate operazioni, acquisti di materie.
  • creazione di moduli integrati sul proprio sito per la gestione di prenotazioni.
  • investimento in strumenti per la promozione turistica per ottenere miglior visibilità in rete.
  • consulenza sull’implementazione di sistemi gestionali, valutando il sistema gestionale sul mercato più in linea con le esigenze della struttura e come potrebbe essere integrato da ulteriori verticali acquistati magari a costo contenuto per gestire differenti aspetti della gestione ottenendo dati sulle presenze e le tipologie di clienti, le loro richieste i prezzi praticabili e in che momenti, targettizzare l’offerta che viene fatta sul mercato.
  • Corsi per il personale per utilizzare gli strumenti implementati, se la mentalità di chi lavora con gli strumenti digitali non è formata non si ottiene tutto il vantaggio che si potrebbe ottenere dagli strumenti e l’investimento si ripagherà in più tempo, è importante che la mentalità presente nell’albergo comprenda il perché vengano svolte le operazioni e i processi in questo modo e cosa significa per i loro lavoro e per la comodità del cliente.

Presentazione delle Domande

A partire dalle ore 10:00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17:00 del 9 febbraio 2018 sarà possibile presentare le domande mediante procedura informatica nella sezione apposita del Ministero dello Sviluppo Economico

Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili (100 milioni di euro), il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

 

Per ulteriori informazioni ed approfondimenti

Ottenere i Voucher per la digitalizzazione

dottor Federico Negroni  +39 388 1749856

dottor Francesco Draghetti: +39 3771184776

Studio Tel/Fax: +39 0861 710983

Lascia un commento